Learning Italy
Lifelong Learning
Learning Italy
Lifelong Learning
Learning Italy

EDITORIALE: CORRETTO LO STATO DI DISOCCUPAZIONE, ORA DISOCCUPATI CON IMPIEGO

WEEKLY NEWS: 16- 20 giugno

WEEKLY NEWS: 14- 20 giugno

LAVORO e OCCUPAZIONE:

I centri per l’impiego, temporaneamente gestiti in modo congiunto da Governo e Regioni,  sono economicamente sempre più alle strette. La gran parte dei dipendenti ha un contratto a tempo determinato che non gli è ancora stato rinnovato ed inoltre i finanziamenti, nonostante la sottoscrizione di convenzioni, non sono ancora pervenuti.

Qualora la transizione verso un sistema gestito a livello nazionale non si concludesse entro il 2016, le Regioni avranno necessità di un intervento normativo che confermi loro la gestione ed inoltre saranno necessari ulteriori interventi per la copertura finanziaria.

Sempre in tema di politiche del lavoro, la Sardegna ha appena istituto l’ASPAL ossia Agenzia Sarda per Politiche Attive del Lavoro. Essa, tenendo sempre come standard di riferimento i servizi stabiliti dall’ANPAL,  avrà in carico la gestione dei servizi per il lavoro e la gestione delle misure di politica attiva.

(altro…)

CAMPANIA INVESTE 3,5MLD PER POLITICHE LAVORO

regione-campania-stemma_01“Per le politiche del lavoro, la Regione Campania ha previsto investimenti pari a 1,5 miliardi per interventi gia’ in corso. Complessivamente, avremo a disposizione 3,5 miliardi in totale, Si tratta di investimenti tesi a creare nuova occupazione”. Lo ha spiegato oggi, in conferenza stampa, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, annunciando un programma di politiche del lavoro suddiviso in tre capitoli, incentivi alle imprese per favorire nuovi investimenti, politiche di sostegno ai disoccupati e a quelli che perdono il lavoro e investimenti in grado di creare nuova occupazione.
“A settembre – dice il governatore – saremo in grado di presentarvi una previsione credibile e realistica sulla nuova occupazione, parliamo di decine di migliaia di posti di lavoro.
Nel settore edilizio, un investimento di un milione di euro determina un nuovo occupato fisso”.
In Campania, l’Arlas ha gia’ registrato un incremento di 50mila posti di lavoro nel primo trimestre del 2016 rispetto allo stesso periodo del 2015.

(altro…)

APPRENDISTATO: PROTOCOLLO TRA REGIONE, SCUOLA E PARTI SOCIALI

venetoLa Regione Veneto investe nell’apprendistato, mettendo in dialogo diretto scuola e aziende. Lo fa sottoscrivendo due protocolli che interfacciano e corresponsabilizzano istituzioni scolastiche (università comprese), sindacati e categorie economiche. “Con il duplice protocollo che regola i percorsi di apprendistato di ‘primo livello’ (rivolti ai ragazzi tra i 15 e i 25 anni, iscritti alle scuole professionali) e quelli di ‘alta formazione’ (rivolti a giovani diplomati, laureandi e laureati), la Regione intende rilanciare un istituto cardine del sistema duale, sinora poco utilizzato”, evidenzia l’assessore regionale all’Istruzione, formazione e lavoro, Elena Donazzan, che insieme alla titolare dell’Ufficio scolastico regionale e ai rappresentanti di sindacati, associazioni di categoria e atenei ha siglato nella sede di Veneto Lavoro i due provvedimenti d’intesa.

(altro…)

Scuola, Aprea: unire le forze per garantire occupazione giovanile

logo_regione_lombardia“Unire le forze per avvicinare sempre di più il sistema educativo e il mondo del lavoro e delle imprese per contrastare la dispersione scolastica e prevenire la disoccupazione giovanile”. Lo ha detto l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea commentando il confronto a Palazzo Lombardia con i Poli tecnico professionali, i Ptp, sul tema ‘Le politiche attive del lavoro a favore degli studenti su apprendistato, garanzia giovani e alternanza scuola-lavoro per l’anno scolastico e formativo 2016/2017’.

Presente, tra gli altri, il direttore dell’Ufficio scolastico regionale della Lombardia Delia Campanelli.

(altro…)

Sardegna: approvazione statuto dell’ASPAL

sardegna Su proposta dell’assessore del Lavoro  la Giunta regionale ha proceduto con due distinte delibere all’approvazione preliminare dello Statuto e della pianta organica dell’Aspal, l’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (Agenzia sarda pro su traballu), istituita dalla legge regionale 9 del 17 maggio 2016. Si tratta di alcuni dei più complessi e delicati adempimenti di cui la Riforma dei Servizi e delle politiche per il lavoro necessita in vista dell’entrata a regime della nuova normativa, che dovrà avvenire entro il prossimo primo luglio. Come previsto dalla Legge 9, le delibere sono state in precedenza concertate con le organizzazioni sindacali e sono state, immediatamente dopo l’approvazione, trasmesse alla II Commissione del Consiglio regionale, competente per materia, per la fornitura dei necessari pareri sui due atti dell’esecutivo. Statuto e pianta organica torneranno successivamente all’esame della Giunta regionale, che dovrà approvare definitivamente i due provvedimenti.

(altro…)

Nuovi ambienti per la didattica e 30 milioni per i laboratori per l’innovazione nelle città, in Emilia-Romagna è sempre più digitale

pnsdLo sviluppo delle competenze digitali di docenti, studenti e cittadini in laboratori per l’innovazione. La diffusione di nuovi ambienti per la didattica. Progetti per sensibilizzare genitori, docenti e ragazzi all’uso corretto di Internet. Percorsi di orientamento per eliminare pregiudizi e paure che tengono le ragazze lontane dalle facoltà a carattere tecnico e scientifico (discipline STEM).

(altro…)

Centri per l’impiego: necessario garantire coperture

centri per impiegoApertura di un immediato confronto sulla grave situazione dei centri per l”impiego, che veda tutti gli attori istituzionali coinvolti: Governo, Regioni, Città metropolitane e nuovi Enti di area vasta, affinché venga assicurata a questi ultimi la copertura integrale delle spese di personale e di funzionamento, sia da parte delle Regioni che del Governo”.

(altro…)

Standard formativo e professionale per l’attività di installazione e manutenzione di impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili

aostaLa Giunta regionale ha approvato la deliberazione relativa allo standard formativo e professionale previsto per l’esercizio delle attività di installazione e manutenzione straordinaria degli impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili, nonché le linee guida per l’organizzazione dei corsi di aggiornamento e abilitazione professionale.

I corsi di aggiornamento, pari a 16 ore,  sono rivolti a tutti gli installatori abilitati.

I corsi di abilitazione professionale, pari a 80 ore,  sono rivolti agli installatori in possesso del periodo di inserimento lavorativo di almeno quattro anni  previsto dal Decreto Ministeriale  n. 37/2008 art. 4 comma 1, lett. c., qualora manchi il prescritto titolo di studio.

Entrambi i corsi saranno organizzati dagli enti formativi accreditati in Valle d’Aosta,  nonché, per quelli di aggiornamento professionale, dalle associazioni di categoria, entro il 31 dicembre 2016.

La mancata partecipazione ai corsi di aggiornamento da parte degli installatori abilitati sospende la validità dell’abilitazione all’installazione e manutenzione straordinaria di impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili (FER) finché gli stessi non adempiano all’obbligo formativo previsto.

Dieci iniziative per dotare l’Europa di migliori competenze

european commissionPerché l’Europa ha bisogno di una nuova agenda per le competenze?

In un’economia globale in rapido mutamento le competenze determineranno in larga misura la nostra competitività e la nostra capacità di stimolare l’innovazione. Sono anche un fattore di attrazione per gli investimenti e un catalizzatore della creazione di posti di lavoro e della crescita. La prosperità futura dell’Europa dipende pertanto dall’uso ottimale del nostro capitale umano.

Circa 70 milioni di europei [1] non possiedono sufficienti competenze di lettura, scrittura e matematiche, mentre il 40 % della popolazione non dispone di un livello sufficiente di competenze digitali, una situazione che espone a un elevato rischio di disoccupazione, povertà ed esclusione sociale.

(altro…)

Toscana: definite le nuove modalità per i tirocini estivi di orientamento al lavoro

toscanaSempre più istituti superiori (ma anche l’Università) offrono in Toscana la possibilità di tirocini orientativi estivi ai propri studenti. Una scelta importante, che la Regione ha fatto propria con un’apposita legge approvata nel gennaio scorso, tesa a offrire ai giovani efficaci strumenti di scelta professionale e lavorativa in relazione al proprio futuro. Ora la legge regionale dispone di precise modalità di applicazione, grazie all’approvazione di una specifica delibera approvata dalla Giunta regionale.

(altro…)