domenica, gennaio 20, 2019
Learning Italy
Alternanza Scuola Lavoro

Rilanciare l’Alternanza Scuola-Lavoro riducendo le ore minime obbligatorie: questo l’obiettivo primario della Manovra Bussetti. Lo scopo, condiviso dal MIUR, sarà quello di garantire percorsi di maggior qualità a tutti gli studenti. La Manovra prevede diversi cambiamenti e un risparmio di circa 50 milioni di euro.

I percorsi di alternanza, ora rinominati “percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento“, vedranno ridotta la loro durata minima. In particolare, l’orario minimo sarà così diviso:

  • 90 ore per i licei (invece di 200);
  • 150 ore per gli istituti tecnici;
  • 210 ore per gli istituti professionali (invece di 400).

Dunque, meno ore obbligatorie ma svolte meglio, con reali possibilità di crescita individuale e parallele al classico studio in classe. Il tema dell’alternanza scuola-lavoro è sempre stato molto dibattuto e c’è chi crede che questa drastica riduzione delle ore lavorative possa essere penalizzante, soprattutto per gli istituti professionali.

Cosa ne pensi?