giovedì, Febbraio 20, 2020
Learning Italy

APPRENDISTATO: SIMPOSIO DI PARIGI E FINANZIAMENTI

Libro e occhiali

Dal 2013 l’apprendistato è diventato un punto cruciale nelle politiche dell’Unione europea per combattere la disoccupazione giovanile. Infatti, l’Unione europea considera l’apprendistato come un mezzo utile per garantire una rapida transizione tra la scuola e il mondo del lavoro.

Negli ultimi anni, gli Stati membri UE e OCSE, hanno investito numerose risorse nell’introdurre e nel riformare l’apprendistato per poter raggiungere sempre più studenti. Queste politiche non sono state attuate al solo scopo di combattere disoccupazione giovanile, ma sono state messe in pratica anche per rispondere a problemi di inclusione sociale e di educazione.

SIMPOSIO DI PARIGI

Cedefop e OCSE, lo scorso ottobre, hanno organizzato un simposio a Parigi per discutere di come i fattori esterni, come i cambiamenti socio-demografici, le nuove tecnologie e le nuove forme di organizzazione del lavoro, stiano avendo un impatto sull’apprendistato, e di quali siano le possibili risposte di progettazione.

In apertura il Direttore esecutivo del Cedefop Siebel ha dichiarato: “È davvero il momento di pensare a dove è diretto l’apprendistato. L’accelerazione del cambiamento del mercato del lavoro, le nuove forme di lavoro e di apprendimento e il cambiamento dei modelli di partenariato e cooperazione richiedono una riflessione fondamentale su come modellare al meglio gli apprendistati del futuro.”

Il simposio ha esplorato i diversi scenari dell’apprendistato: da uno scenario più tradizionale associato a obbiettivi formativi e a un impegno a lungo termine al fine di formare capitale umano, a uno in cui le imprese sfruttano l’apprendistato per trovare manodopera a basso prezzo.

I partecipanti al simposio hanno inoltre discusso sul futuro dell’apprendistato, che dovrà incentrarsi su una sempre più stretta relazione con l’educazione superiore. È stato infatti portato come esempio il caso del graduate apprenticeship scozzese. Questo apprendistato permette ai suoi studenti di sviluppare le competenze di cui le aziende hanno bisogno, di lavorare, guadagnarsi uno stipendio e allo stesso tempo ottenere una laurea. Questa realtà evidenzia l’importanza e la forza della cooperazione tra le università e le aziende.

DATABASE ONLINE

Il Cedefop ha inoltre creato un database online che contiene le informazioni sui diversi finanziamenti per gli apprendistati nei vari Paesi membri.

In Italia sono presenti tre diverse tipologie di apprendistato:

  1. per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore (cosiddetto di primo livello);
  2. professionalizzante (detto anche di secondo livello);
  3. di alta formazione e ricerca (o di terzo livello).

Per favorire la diffusione dell’apprendistato la normativa prevede una contribuzione ridotta sia a carico dell’azienda che del dipendente, rendendo questo tipo di contratto conveniente da ambo le parti.

Cosa ne pensi?