lunedì, Ottobre 25, 2021
Learning Italy

CATALOGO ATTIVITA’ DI SVILUPPO O RECUPERO DEGLI APPRENDIMENTI

Apprendimento

Per fronteggiare la situazione creatasi in conseguenza alla crisi epidemiologica, Regione Lombardia, ha istituto il Catalogo regionale delle attività di sviluppo o di recupero degli apprendimenti nell’ambito dei percorsi di istruzione. Si tratta di una libreria di attività/percorsi che potranno contribuire al contrasto della povertà educativa.

Infatti, a causa della pandemia, arrivata in Lombardia a febbraio 2020, il sistema educativo ha subito gravi ripercussioni dovute all’interruzione delle attività didattiche

L’emergenza pandemica ha avuto un grave impatto su famiglie, studenti e insegnanti. Ha infatti peggiorato il già ampio divario di opportunità tra gli studenti in relazione alla complessiva condizione economica, sociale e culturale delle loro famiglie. 

Inoltre il protrarsi della situazione e l’utilizzo a lungo termine della Didattica a distanza, rischia di essere (e in parte lo è già) causa di incremento di difficoltà nell’ambito scolastico. 

Per costituire il Catalogo regionale delle attività di sviluppo o di recupero degli apprendimenti nell’ambito dei percorsi di istruzione (a.s. 2021/2022) Regione Lombardia ha stanziato un importo pari a euro 6.000.000.

Le scuole, per poter usufruire del catalogo devono presentare le loro proposte a Regione Lombardia, la quale deciderà se approvarlo. Successivamente, quando il catalogo sarà costruito, le scuole potranno prenotare i “corsi di recupero o sviluppo” per gli allievi.

Nel catalogo sono ammesse le proposte formative realizzate dalle istituzioni scolastiche con l’obiettivo di contrastare l’emergenza educativa. In particolare la presentazione delle offerte è riservata alle istituzione scolastiche statali secondarie di I grado e alle scuole paritarie secondarie di I e II grado che hanno sede in Lombardia.

Sono previste due linee di intervento:

  1. Attività di recupero e approfondimento degli apprendimenti, per contrastare la povertà educativa e rinforzare la socialità;
  2. Attività di sviluppo apprendimenti con il fine di valorizzare i talenti e recuperare la socialità.

Le proposte formative sono suddivise in tre tipologie che si distinguono in base alla durata. Di conseguenza ad ognuna di queste è assegnato un costo massimo rimborsabile differente (vedi tabella).

Tipologia

        Numero di ore       

Costo massimo rimborsabile

      A

                 40

             600,00 euro

      B

                 25

             375,00 euro

      C

                 15

             225,00 euro

Le attività dovranno comprendere gruppi fino ad un massimo di 8 alunni. In questo modo ogni studente potrà essere seguito dal un docente-tutor che potrà personalizzare gli interventi a seconda delle esigenze e monitorare l’andamento con le famiglie.

Per rientrare tra destinatari del Catalogo, gli studenti non devono avere più di 21 anni e devono essere iscritti presso le scuole descritte precedentemente.

Per quanto riguarda le attività di recupero, verrà data priorità agli studenti che:

  • hanno ricevuto valutazioni che evidenziano lacune;
  • non sono stati ammessi agli scrutini finali nell’a.s. 2020/2021 e/o 2021/2022;
  • non hanno avuto ammissioni alle classi successive a partire dall’a.s. 2017/2018
  • al termine dell’anno scolastico appena passato hanno avuto la sospensione di giudizio.

Per le attività di sviluppo degli apprendimenti, invece, verrà data priorità a studenti che:

  • mostrano talenti non valorizzati dai percorsi di studio frequentati;
  • presentano propensione in ambito tecnico-professionale, sociale o educativo;
  • mostrano interesse a svolgere attività didattiche in lingua, ad esempio anche con gruppi stranieri;
  • desiderano prepararsi per gli esami di stato per l’a.s. 2021/2022.

Ogni studente potrà partecipare, su base volontaria, ad un solo percorso formativo.

Il catalogo sarà valido fino al 31 dicembre 2022.

Potrà essere integrato e aggiornato nel corso di tale validità, secondo i tempi e le modalità stabilite con l’apposito Avviso pubblico di prossima pubblicazione. 

 

Cosa ne pensi?