lunedì, Ottobre 21, 2019
Learning Italy

L’importanza dei Centri per l’apprendimento permanente

Centri apprendimento permanente. Immagine con mano e sfera

I Centri per l’apprendimento permanente sono un luogo in cui si incontrano istruzione e vita sociale all’interno delle città.

Nel Forum europeo del 29 Maggio 2019 organizzato da Cedefop e LLLP si è discusso sul ruolo dei Centri per l’apprendimento permanente. Il Cedefop è il centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale e LLLP è la piattaforma europea per l’apprendimento permanente. I due istituti sollecitano un forte investimento sui centri e ciò si sposa anche con la prospettiva di un Europa sociale auspicata dagli Stati membri.

Il compito dei Centri per l’apprendimento permanente si rivela fondamentale per affrontare l’abbandono scolastico e altre problematiche sociali. La consapevolezza di ciò è aumentata soprattutto osservando vari esempi di best practice sul continente. I centri forniscono servizi multidisciplinari nei quartieri, oltre all’apprendimento intergenerazionale in ambienti multiculturali. Questi modelli confermano che i problemi sono affrontati meglio con un approccio olistico.

In particolare Danimarca e Irlanda sono tra i casi più virtuosi e confermano che esigenze complesse richiedono una risposta multidisciplinare, che deve coinvolgere le intere famiglie. Si sottolinea inoltre l’esperienza della città di Eindhoven, in Olanda, che ha scelto una politica di sostegno alla famiglia basata da una parte su servizi direttamente collegati alle scuole primarie e dall’altra su centri di formazione per gli adulti, in cui si promuove lo sviluppo locale e una partecipazione attiva dei cittadini a beneficio della vita delle comunità.

Tra le indicazioni chiave emerse dal forum di maggio, Cedefop e LLLP sottolineano l’importanza che i centri si trovino nel cuore della comunità. In aggiunta i Centri per l’apprendimento permanente devono essere luoghi accoglienti e avere orari di apertura prolungati e flessibili per essere accessibili a tutti. Il loro approccio multidisciplinare consente quindi un lavoro più efficiente con i gruppi emarginati, riducendo l’attuale frammentazione dei servizi forniti da diverse agenzie di professionisti ed enti di istruzione e formazione.

Inoltre, Cedefop e LLLP auspicano un rilancio dell’istruzione e formazione professionale come percorso di prima scelta e non come ripiego. Infatti è necessario superare la divisione tra IeFP e istruzione generale, eliminando la gerarchia tra i due percorsi. Un’attenzione verso un’istruzione di qualità è la chiave per prevenire l’abbandono scolastico. In più si sottolinea come l’apprendistato di qualità possa facilitare la transizione tra istruzione e lavoro.

L’abbandono scolastico è un costo molto elevato sul lungo termine. Affrontare questo problema rimarrà una priorità strategica nell’agenda dell’Unione Europea post 2020. Intanto il Cedefop sta sviluppando nuove risorse online con lo scopo di offrire ulteriore supporto ai paesi nell’affrontare l’abbandono scolastico, sostenere l’aumento dell’occupazione giovanile e attuare percorsi di riqualificazione professionale.

Cosa ne pensi?