martedì, agosto 14, 2018
Learning Italy

Proposti nuovi criteri per la valutazione dell’apprendistato in Europa.

criteri per la valutazione dell'apprendistato

La commissione europea ha proposto delle iniziative sull’apprendistato per promuovere l’occupazione e la crescita, rispettando la specificità dei sistemi nazionali. Per conseguire questo obiettivo sono stati individuati 14 criteri per la valutazione dell’apprendistato. Gli Stati membri e le parti interessate devono seguire questi criteri per poter sviluppare apprendistati efficaci e qualitativamente validi.

Attualmente gli apprendisti in Europa sono circa 3,7 milioni. Alcuni Stati membri presentano una tradizione molto lunga con un efficace sistema di apprendistato, mentre altri paesi stanno istituendo o rafforzando i propri sistemi. Al momento il 60-70% degli apprendisti inizia un’attività lavorativa immediatamente dopo la conclusione dell’apprendistato e in alcuni casi sale al 90%. Il fine ultimo è aumentare l’occupabilità e creare manodopera altamente qualificata e preparata, capace di soddisfare le esigenze del mercato del lavoro.

L’apprendistato costituisce un trampolino di lancio verso un’attività professionale. Le proposte portate avanti dalla Commissione europea sono rivolte a migliorare ulteriormente questa esperienza di formazione. In questo modo saranno beneficiati i datori di lavoro e gli apprendisti stessi perché l’inserimento nel mondo del lavoro sarà più facilitato. Un apprendistato di qualità dà la possibilità di creare relazioni tra la teoria (istruzione) e la pratica (mercato del lavoro).

Per migliorare l’apprendistato la Commissione ha ritenuto necessario definire i criteri per la valutazione dell’apprendistato relativo alla qualità e all’efficacia di questa esperienza di formazione. La Commissione intende promuovere l’applicazione di questi criteri per la valutazione dell’apprendistato attraverso finanziamenti dell’UE. La promozione dell’apprendistato è promossa anche attraverso diversi iniziate come l’alleanza europea per l’apprendistato che ha reso disponibili, fino ad oggi, 750.000 posti per i giovani (di cui 390.000 provenienti dal programma Garanzia Giovani). Invece, il programma Erasmus+ promuove la mobilità degli apprendisti; una nuova iniziativa, ErasmusPro intende collocare tra 2018 e 2020 presso imprese estere 50.000 studenti dei corsi di formazione professionale.

Leggi anche: INPS: NUOVI ESONERI CONTRIBUTIVI PER LE NUOVE ASSUNZIONI

Cosa ne pensi?