venerdì, Luglio 3, 2020
Learning Italy

E-LEARNING E FAD: MISURE STRAORDINARIE DI REGIONE LOMBARDIA

e-learning

Data l’emergenza sanitaria che sta attraversando l’Italia in queste settimane e la conseguente decisione del Governo di sospendere i servizi educativi e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, Regione Lombardia il 6 marzo ha emanato due decreti per consentire il ricorso alla FAD e all’e-learning sia per i percorsi regionali per minorenni, che per i corsi autofinanziati per maggiorenni.

Per e-learning si intende una modalità di formazione a distanza (FAD) caratterizzata da forme di interattività tra i discenti e i docenti, sia in modalità sincrona che asincrona. Tale tipo di formazione si svolge attraverso piattaforme che consentono il monitoraggio delle modalità di utilizzo, la verifica dei risultati di apprendimento raggiunti e la creazione di gruppi di didattica.

Tali modalità di insegnamento, prima dei decreti del 6 marzo, non erano consentite per questi percorsi di formazione, anche se Regione Lombardia già nel 2013 aveva vagliato la possibilità di introdurre la formazione a distanza nei percorsi formativi regionali, senza mai però pubblicare misure attuative. Le novità introdotte ora dai decreti hanno una durata pari a quella delle misure di emergenza adottate dal Governo, si tratta quindi di norme pro tempore per rispondere alle esigenze nate dall’emergenza sanitaria.

PERCORSI REGIONALI IEFP, IFTS, ITS E APPRENDISTATO

Regione Lombardia, con il decreto del 6 marzo, ha consentito la realizzazione delle attività didattiche attraverso FAD ed e-learning per tutelare il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento da parte degli allievi che frequentano IEFP, IFTS, ITS e apprendistati. Tale modalità di insegnamento potrà essere applicata unicamente per le attività didattiche d’aula per un massimo del 30% del monte ore complessivo del corso, al netto delle ore di tirocinio o stage.

Per quanto riguarda invece i tirocini curriculari, essi potranno essere svolti solo se in linea con le disposizioni dell’impresa ospitante, e nel caso di minori, sarà richiesto l’assenso della famiglia. Inoltre, viene data la possibilità di modificare i progetti individuali degli apprendisti, assicurando il monte ore del percorso ordinamentale di riferimento. Viene anche data la possibilità di prolungare il termine del contratto, così da assicurare all’allievo le tempistiche sufficienti a conseguire gli obiettivi di apprendimento.

Nel decreto è specificato che il periodo di sospensione dell’attività didattica rientra tra le motivazioni che consentono di ammettere lo studente all’annualità successiva o agli esami finali, anche se non è vengono raggiunti gli orari minimi previsti dalla norma, sempre però che vengano raggiunti i livelli di apprendimento richiesti.

CORSI DI FORMAZIONE AUTOFINANZIATI PER MAGGIORENNI

Anche per quanto riguarda i percorsi di formazione per maggiorenni, Regione Lombardia ha concesso la realizzazione delle attività didattiche in modalità e-learning per tutti i corsi avviati prima del 23 febbraio 2020. Tale decreto non si applica  ai corsi finanziati da fondi pubblici o regionali, nazionali o comunitari, in particolare Dote Unica Lavoro e Garanzia Giovani. Gli enti accreditati che promuovono corsi di formazione autofinanziati che intendono ricorrere all’e-learning dovranno preventivamente darne comunicazione a Regione Lombardia.

Inoltre, gli enti dovranno garantire, quando le attività didattiche potranno riprendere in modo regolare, il recupero delle attività formative come prove o verifiche, che sono complementari al percorso formativo. Anche in questo caso, il decreto consente la formazione tramite e-learning o FAD solo per la formazione d’aula e per un massimo del 30% del monte ore complessivo del corso, sempre escludendo le ore previste per un eventuale tirocinio o stage.

Inoltre, in entrambi i casi, i decreti prevedono l’obbligo di monitorare le ore di FAD realizzate e la presenza di alunni e docenti tramite registri e/o report automatici prodotti dai sistemi informatici adottati.

Sei interessato a saperne di più sulla FAD?

Cosa ne pensi?