venerdì, maggio 25, 2018
Learning Italy

I fondi interprofessionali al bivio – Coinvolgere le imprese

fondi interprofessionali al bivio

È stato pubblicato l’ ultimo numero della rivista “Formazione & Cambiamento”. La rivista è una rassegna trimestrale a tema che contribuisce al dibattito sulla formazione e sull’apprendimento. In quest’ultimo numero tematico dedicato a “I fondi interprofessionali al bivio” è presente anche il contributo “Coinvolgere le imprese” di Alessandro Panzarasa, consulente esperto di politiche attive del lavoro.

<<…Tra il 2016 e il 2017 il mondo dei fondi interprofessionali è stato oggetto di interventi, da parte di diversi organismi pubblici, da cui è emersa una carenza normativa in tema di assegnazione e gestione delle risorse ai soggetti attuatori. I richiami delle autorità pubbliche fra cui Consiglio di Stato, Anac, Ministero del lavoro e Anpal hanno segnato in qualche modo una cesura rispetto alle consuetudini fin qui adottate e la necessità di una riformulazione delle regole di settore. In particolare i chiarimenti sulla natura e sulla funzione dei Fondi sembrerebbero conformarli alle procedure che normalmente sono attivate dalle Regioni per l’ assegnazione delle risorse pubbliche.

Accanto al dibattito sulle modifiche normative, che contribuirà probabilmente nei prossimi anni a ridisegnare gli assetti di policy e gestionali del fenomeno, è utile interrogarsi su che tipo di considerazione le imprese hanno maturato nell’esperienza dei fondi interprofessionali e quali prospettive potrebbero aprirsi nel prossimo futuro. In Italia nel 2015 (ultimo dato complessivo disponibile) è stato coinvolto in una qualsiasi attività formativa il 7,3% della popolazione adulta (25/64 anni) pari a 2,5 milioni di persone (tutti i dati sono relativi a Fonte XVII Rapporto Formazione Continua, INAPP se non diversamente indicato). Rispetto alla media europea l’ Italia si posiziona al 16° posto, ancora lontano dalla media del continente (-3,4%) e molto lontano dalla media di benchmark (-7,7%) …>> Continua a leggere 

Leggi anche: FONDI INTERPROFESSIONALI: VERSO UNA GESTIONE PUBBLICISTICA

Cosa ne pensi?