domenica, Settembre 15, 2019
Learning Italy

Formazione 4.0 prorogata al 2019 con alcune modifiche

Formazione 4.0 nel 2019

La formazione 4.0 è stata prorogata anche per il 2019. La proroga è citata nell’articolo 1 della Legge di Bilancio, ormai definitiva. Il beneficio prevede un credito d’imposta a favore delle imprese che sostengono spese per la formazione del personale nel campo delle tecnologie. Inoltre, il testo riscrive la misura del credito spettante attraverso una rimodulazione di spesa ammessa e limiti annuali.

Il bonus formazione 4.0 è stato introdotto nella precedente Legge di Bilancio 2018. Il credito di imposta è concesso in relazione ai costi che l’azienda sostiene per la formazione del personale dipendente nel settore tecnologie, come previsto da Impresa 4.0.

Il credito d’imposta per la formazione 4.0 si presenta come un’opportunità di risparmio per le imprese e di crescita per i lavoratori. Diverse sono le novità, oltre alla proroga per tutto il 2019, tra cui le nuove percentuali di spesa ammessa:

  • 50% per le piccole imprese, con un tetto massimo di 300mila euro;
  • 40% per le medie imprese, con un tetto massimo di 300mila euro;
  • 30% per le grandi imprese, con un tetto massimo di 200mila euro.

Le spese sono ammesse per attività relative all’acquisizione di competenze e al consolidamento delle conoscenze delle tecnologie. Tra le tante si citano: analisi dei dati, cyber security, sistemi di valutazione e realtà aumentata (RA), robotica, internet delle cose e delle macchine. Non si esclude che questo elenco possa essere ampliato con la prorogazione dell’incentivo.

Il credito d’imposta dovrà essere indicato nel quadro RU del Modello Redditi 2019, con anche i dati relativi al numero di ore e dei lavoratori che prendono parte alla formazione. Per l’invio del modello F24 di compensazione sarà possibile utilizzare solo i servizi telematici (Fisconline o Entratel). A questo credito di imposta non si applicano nè il limite di 250mila euro per l’utilizzo dei crediti d’imposta nè il limite massimo di compensabilità, pari a 700mila euro.

È necessario specificare che al credito si accede in maniera automatica in fase di redazione del bilancio, con successiva compensazione. Sussistono obblighi di documentazione e conservazione delle modalità organizzative e dei contenuti della formazione svolta.

Cosa ne pensi?