mercoledì, Luglio 24, 2019
Learning Italy

Formazione, Aprea: investiti 300mln, alternanza scuola-lavoro modello vincente

“Su una dotazione complessiva del Por (Programma Operativo Regionale) del Fondo Sociale Europeo (Fse) 2014-2020 di 970 milioni di euro le risorse attivate da Regione Lombardia al 30 settembre 2016 sono state di 300 milioni”. Lo ha reso noto l’assessore all’Istruzione Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea, intervenendo, insieme all’assessore regionale al Reddito di Autonomia e Inclusione sociale Francesca Brianza, all’Evento annuale Por Fse 2014/2020 di Regione Lombardia ‘Investire nel capitale umano: occupazione, inclusione, formazione, crescita e innovazione‘, che si è svolto all’interno delle due giornate organizzate da ‘Expotraining’ in Fiera Milano.LE RISORSE – “La concentrazione degli investimenti – ha spiegato l’assessore Aprea – coinvolgerà quattro aree: occupazione; formazione e istruzione; inclusione sociale e lotta alla povertà; rafforzamento della capacità amministrativa“.

PROFESSIONI DEL FUTURO – Citando i più recenti studi sulle professioni che saranno richieste in futuro, l’assessore ha sottolineato che le analisi evidenziano come nei prossimi cinque anni l’evoluzione del lavoro sarà legata a fattori tecnologici (Industria 4.0) e a fattori demografici e socio-economici. Questo comporterà la perdita di 7 milioni di posti di lavoro nel mondo in ambito Manifatturiero, di Amministrazione e Produzione, mentre saranno oltre 2 milioni i nuovi posti di lavoro in Management, ICT, Operations.

CREAZIONE SKILL ADEGUATE – “Regione Lombardia pensa di doversi candidare a prenotare una bella fetta di questi 2 milioni di nuovi posti di lavoro – ha aggiunto Valentina Aprea. Per favorire l’occupazione delle giovani generazioni, dei ragazzi che sono a scuola, delle studentesse e studenti delle scuole secondarie superiori del triennio, dobbiamo favorire la creazione delle skills del futuro, che non si apprendono soltanto in aula, ma entrando in contatto con ambienti in cui lavorano professionisti“.

Le competenze su cui si lavorerà sono riassunte nell’acronimo ‘Stem’: Science (scienze naturali), Technology (tecnologia), Engineering (informatica), Mathematics (matematica).

QUASI 3.000 CONTRATTI DI APPRENDISTATO – “Il nostro capolavoro – ha proseguito Aprea – è che, dopo 3 anni di legislatura, in Lombardia è possibile, per chi ha compiuto i 16 anni, imparare lavorando con contratti di apprendistato. Sono 2.599 gli studenti in apprendistato del III e IV anno dell’Istruzione e Formazione professionale, si tratta dell’apprendistato del ‘Jobs Act’ e noi siamo stati l’unica Regione in Italia ad applicare questa parte della legge”.

NEO STORE MANAGER CON ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO – Per testimoniare l’efficacia e la validità dei percorsi di alternanza scuola-lavoro intrapresi ancor prima dell’approvazione della L.R. 30/2015 che ha introdotto il sistema duale in Lombardia – la cosiddetta ‘Legge Aprea’ -, all’evento sono intervenuti anche otto giovani che, dopo essersi accreditati presso l’ente di formazione ‘Fondazione Ikaros’, hanno iniziato nel 2013 un percorso di alternanza scuola-lavoro in collaborazione con ‘Penny Market Italia’, multinazionale tedesca parte del gruppo Rewe. Questi ragazzi hanno ottenuto, dopo tre anni di formazione teorica ed esperienza pratica, la qualifica di ‘store manager’, valida sia in Italia che in Germania. Gli allievi che hanno superato l’esame finale, lo scorso 6 ottobre, sono giovani che svolgeranno la loro attività con contratto a tempo indeterminato nei punti vendita Penny Market di Milano, Cremona, Robbiate e Osnago (Lecco), Legnano (Milano) e Genova.

RISPOSTE ALLE SFIDE EMERGENTI – Per rispondere con efficacia alle sfide emergenti, l’assessore ha elencato le azioni che intende attuare, garantendo la coerenza del sistema delle politiche attive regionali con il riordino in atto della disciplina dei servizi per il lavoro e delle politiche attive (Jobs Act). Tra queste, anche la piena attuazione del Reddito di Autonomia con misure dirette a sostenere gli individui e le famiglie che vivono situazioni di fragilità o marginalità economica e sociale.

INCLUSIONE – In stretta collaborazione con l’Assessorato guidato da Francesca Brianza, l’assessore Aprea ha anche anticipato di voler rafforzare gli interventi di inclusione sociale attiva per l’occupazione o propedeutici all’occupazione di categorie fortemente a rischio di esclusione dal mercato del lavoro e dalla società.

Cosa ne pensi?