domenica, Maggio 19, 2019
Learning Italy

Garanzia Giovani 2018: rilancio dell’apprendistato e dell’ITS.

Garanzia Giovani 2018

È stata presentata la fase 2 del programma Garanzia Giovani 2018. Per questa nuova fase del programma Occupazione ai giovani Neet, sono stati stanziati 100 milioni che puntano al sostengo del rilancio dell’apprendistato, degli Istituti tecnici superiori per accrescere le competenze, in particolare al Sud, e dei tirocini extra-curriculari (in questo caso l’indennità mensile, attualmente di 500 euro, scenderà a 300 euro e la differenza eventuale sarà a carico del datore di lavoro).

Nella Garanzia Giovani 2018 sarà possibile richiedere l’incentivo solo in due casi:

  • Contratto a tempo indeterminato
  • Contratto di apprendistato professionalizzante

Infatti, rispetto al 2017, non rientra più nell’incentivo l’assunzione di un giovane con un contratto a tempo determinato superiore ai 6 mesi.

Giuliano Poletti, il ministro del Lavoro, ha tracciato il bilancio della prima fase del programma: a fine 2017 su 1,2 milioni di giovani registrati, ne risultano occupati circa 360 mila. Per quanto riguarda il tirocinio extra-curriculare si registra un tasso di inserimento nel mondo lavorativo del 63%, rispetto al 39,1% relativo ai tirocini che non aderiscono al programma. Sia per Poletti, sia per Maurizio Del Conte, presidente dell’Anpal, questi sono dati positivi perché si iniziano a osservare i primi risultati occupazionali. La Cgil, invece, è critica: infatti, su 930 mila giovani registrati nei centri per l’impiego, solo 145mila hanno avuto una occupazione, spesso precaria.

Nel 2018 saranno rifinanziate anche le misure di accompagnamento al lavoro e l’apprendistato, soprattutto al sud. Quest’anno verrà anche messo a regime l’assegno di ricollocazione a partire dal 3 aprile: per il 2018 sono stati messi a disposizione 200 milioni e nel prossimo triennio 346 milioni.

Cosa ne pensi?