martedì, febbraio 19, 2019
Learning Italy

Garanzia Giovani Emilia: approvata la seconda fase

Garanzia Giovani Emilia

L’Assemblea legislativa ha approvato a luglio 2018 il piano di attuazione della seconda fase di Garanzia Giovani in Emilia Romagna per il 2019/2020. L’obiettivo è l’accompagnamento dei giovani nel mercato del lavoro in modo qualificato. Questo sarà possibile attraverso una serie di misure erogate dalla Rete attiva per il lavoro e un finanziamento di 25 milioni di euro.

Nel 2014 la Regione ha dato avvio al programma nazionale Garanzia Giovani per aumentare le competenze dei giovani e contrastare la disoccupazione. Le stime finali del triennio 2014-2017 garantivano che il 60% dei giovani aveva stipulato un contratto di lavoro, abbassando così il tasso della disoccupazione regionale (6,5%).

A partire da questi punti di forza, oltre all’aumento del numero di diplomati/laureati, di una forte riduzione della dispersione scolastica e di nuovi strumenti per la creazione di impresa (Start-ER, Co-working e bandi start-up), Garanzia Giovani è stato ripresentato per il triennio 2017-2020. Per la nuova programmazione sono previsti oltre 250 punti di accesso per la ricerca del lavoro. Il nuovo programma si accompagna con importanti misure già presenti nel Fondo Sociale Europeo (formazione per l’apprendistato, borse e dottorati di ricerca). L’utenza a cui il piano si rivolge è quella dei giovani fino 29 anni che hanno assolto l’obbligo formativo e non studiano, non lavorano e non sono tirocinanti.

I datori di lavoro privati e pubblici possono sostenere l’attuazione del Programma inserendo i giovani in un programma di tirocinio. Il praticantato deve essere di massimo 6 mesi e prevede un’indennità di partecipazione mensile dovuta al tirocinante almeno pari a 450 euro.

A partire dai dati di attuazione e dai risultati conseguiti nella prima fase, la Regione ha presentato delle nuove linee strategiche di intervento. Queste misure mirano a consolidare ed incrementare i buoni risultati ottenuti nel triennio precedente. Tra le proposte di maggior rilievo: la valorizzazione dei tirocini extracurriculari, della Misura Servizio Civile Nazionale e la previsione di incentivi occupazionali a totale titolarità ANPAL.

Il programma Garanzia Giovani in Emilia Romagna prevede di raggiungere un’ampia platea, per un totale di più di 60.000 utenti suddivisi nei vari servizi erogati.

Cosa ne pensi?