giovedì, Dicembre 2, 2021
Learning Italy

GIOVANI ALL’ESTERO/ Regione Umbria finanzia la mobilità dei giovani futuri imprenditori

admin Ottobre 16, 2013 Risorse pubbliche, UMBRIA Commenti disabilitati su GIOVANI ALL’ESTERO/ Regione Umbria finanzia la mobilità dei giovani futuri imprenditori

Passunzione giovaniermettere ai giovani che hanno un’idea imprenditoriale di fare esperienza all’estero e creare contatti a livello internazionale. È questo il punto di forza con cui il progetto “Ide-e: le nuove imprese”, finanziato nell’ambito del Programma operativo regionale Fondo sociale europeo 2007-2013 della Regione Umbria e realizzato dall’Agenzia Umbria Ricerche, si è presentato a Bruxelles, in occasione dell’undicesima Settimana Europea delle Regioni e delle Città – “Open Days” 2013. Il progetto, finalizzato a favorire l’occupazione giovanile, è tra i finalisti dell’edizione 2014 di “RegioStars”, concorso dell’Unione Europea che premia i progetti regionali più stimolanti e innovativi nel campo dello sviluppo regionale. Prevede la creazione di borse di mobilità per giovani residenti in Umbria che abbiano un’idea di business e vogliano fare un tirocinio presso imprese, istituti di ricerca, parchi scientifici e incubatori di aziende in Europa. Inoltre, “Ide-e” offre tutoraggio e accompagnamento ai beneficiari delle borse e incentivi finanziari a sostegno della creazione di imprese per coloro che una volta concluso il periodo di stage sviluppino un “business plan”. Le risorse possono essere utilizzate per finanziare i costi della “start-up”, come l’acquisto o l’affitto di macchine e strumenti per avviare un nuovo laboratorio.

Oltre a dare la possibilità di capire come funzionano le imprese in Europa – ha spiegato Anna Ascani, direttore dell’‘Aur’ – il progetto offre aiuto alle ‘start up’ nel primo anno di attività, quello con il maggior rischio di fallimento. Tra le 9 aziende nate in Umbria negli ultimi due anni grazie a questo progetto – ha rilevato – c’e la ‘Mater’ di Emanuele Pangrazi, specializzata in design industriale, che ha vinto nel 2012 il Platinum A’ Design Award, competizione internazionale di disegno industriale, nella categoria ‘design per sanitari’ e ora riceve commesse da tutto il mondo, inclusa la Cina.

La giuria ha valutato ottanta progetti finanziati dai fondi comunitari,  riguardanti quattro categorie, sulla base di quattro criteri fondamentali: innovazione, impatto, sostenibilità e partenariato. In totale, sono stati selezionati 19 finalisti; nella categoria “Inclusive growth – Crescita inclusiva: creare lavoro per le nuove generazioni”, sono cinque i progetti scelti, tra cui il progetto dell’Agenzia Umbria Ricerche, che porta l’Italia in finale al concorso a Bruxelles. I finalisti provengono da regioni e città di 17 Stati membri: Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Spagna, Svezia, Regno Unito e Ungheria. Dopo l’illustrazione dei progetti davanti alla giuria, la proclamazione dei vincitori è in programma per il 31 marzo 2014, sempre a Bruxelles.

Comments are closed.