domenica, gennaio 20, 2019
Learning Italy

II rapporto PIAAC: diventano 33 i paesi coinvolti nella rilevazione delle competenze di base

PIAACL’Ocse ha diffuso  il secondo Rapporto Internazionale PIAAC. Dopo la rilevazione su 24 Paesi tra cui l’Italia, divulgata nel 2013 su dati 2011-2012 l’indagine ha coinvolto altri nove paesi: Cile, Grecia, Giacarta (Indonesia), Israele, Lituania, Nuova Zelanda, Singapore, Slovenia e Turchia per conoscere il livello di competenze di Literacy, Numeracy e Problem solving degli adulti tra i 16 e i 65 anni.

I nuovi risultati, che fanno riferimento al 2015, vengono pubblicati insieme a quelli dei 24 paesi che hanno preso parte al primo turno della rilevazione.

I risultati comparabili a livello internazionale mostrano grandi differenze tra i paesi e all’interno di questi, differenze che si riscontrano tra generazioni e gruppi socio-economici. Come sottolinea l’OCSE l’indagine rileva come le competenze di base influenzino l’occupazione, la retribuzione, la salute e il coinvolgimento nella società delle persone.

Il nuovo quadro comparativo non modifica molto il posizionamento dell’Italia, che si conferma  nei livelli bassi del ranking internazionale.

In Italia il Programma ideato dall’OCSE è promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali che ha incaricato l’Isfol di realizzare l’indagine e gli studi a esso collegati.

Il gruppo Isfol-PIAAC ha elaborato una sintesi dei principali risultati di questo secondo round

Cosa ne pensi?