lunedì, Ottobre 25, 2021
Learning Italy

LEGGE REGIONALE PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA’ DI TATUAGGIO E PIERCING

Il 23 luglio 2021 è stata approvata da Regione Lombardia ed è entrata in vigore la disciplina che regola le attività di tatuaggio e piercing.

Il provvedimento nasce dall’esigenza di regolare una professione per la quale ancora non erano ben definite le competenze necessarie per diventare operatore di questa attività. 

Gli obiettivi della Legge regionale, infatti, sono: “tutelare il diritto alla salute e promuovere elevati standard di qualità e competenza, nonché di valorizzare le capacità artistiche degli operatori”.

L’attività del tatuaggio si definisce come la colorazione permanente delle parti del corpo, mentre l’attività di piercing come la perforazione di parti del corpo per inserire oggetti decorativi.

Sono attività che utilizzano strumenti e sostanze che entrano in contatto con la pelle e che quindi, se non utilizzati nella maniera più corretta e sicura, potrebbero avere ripercussioni anche gravi.

È questo il motivo per cui da quest’anno, potranno svolgere questa attività solo coloro che avranno frequentato corsi formativi completi e regolamentari.

Precedentemente a questa norma, per diventare operatori, era infatti sufficiente frequentare dei corsi che fornissero determinate competenze, come: organizzare e mantenere l’ambiente di lavoro nel rispetto delle norme igieniche di sicurezza e di salvaguardia ambientale; eseguire il tatuaggio estetico, nel rispetto delle norme igieniche e di profilassi; eseguire il piercing, nel rispetto delle norme igieniche e di profilassi.

Non era specificato inoltre un numero di ore obbligatorie di frequenza per i corsi.

Nuovo corso obbligatorio per esercitare le attività di tatuaggio e piercing

Dall’entrata in vigore della nuova disciplina di Regione Lombardia per l’attività di tatuaggio e piercing, invece, la formazione per operatori di tatuaggi e per operatori di piercing è obbligatoria e ha l’obiettivo di fornire adeguate competenze in materie di anatomia, fisiologia e patologia dell’apparato cutaneo oltre alle tecniche da usare nella pratica e alle norme igienico-sanitarie e di prevenzione di patologie infettive e allergie.

I corsi formativi sono tenuti da soggetti iscritti all’albo dei soggetti accreditati per l’erogazione dei servizi di istruzione e formazione professionale. Hanno una durata minima di 1000 ore per la parte teorico-pratica e almeno 500 ore per il tirocinio.

tabella riassuntiva corsi

Sono esenti da questi obblighi formativi tutti gli addetti che hanno conseguito corsi riconosciuti da Regione Lombardia di cui possiedono l’attestato di competenza e che esercitano, quindi, le attività di tatuaggio e piercing secondo la normativa.

Resta però obbligatorio per tutti frequentare i corsi di aggiornamento con cadenza triennale.

Cosa ne pensi?