martedì, agosto 14, 2018
Learning Italy

Monitoraggio dei servizi al lavoro: rapporto presentato da Anpal

Monitoraggio dei servizi al lavoro

Anpal ha presentato il rapporto sul monitoraggio dei servizi al lavoro per l’anno 2017 presso la sede di Unioncamere a Roma. Hanno partecipato alla presentazione esperti del settore come Tito Boeri, Presidente dell’Inps, Tiziano Treu, Presidente del Cnel, Maurizio Del Conte, Presidente di Anpal, e Salvatore Pirrone, direttore generale di Anpal. Dal rapporto emerge come I Centri per l’Impiego presentino risultati positivi, come lo sviluppo del programma Garanzia Giovani e l’avvio dell’assegno di ricollocazione.

Tuttavia dal monitoraggio dei servizi al lavoro emergono anche numerose criticità:

  •  dotazioni informatiche insufficienti, soprattutto al Sud
  • difficoltà nell’integrazione delle banche dati
  • carenza di risorse umane (l’83,5% dei Centri per l’Impiego considera il proprio personale insufficiente)
  • difficoltà nell’evadere le richieste più complesse.

Il monitoraggio dei servizi al lavoro sottolinea come gli operatori nei Centri per l’Impiego siano in un numero molto inferiore rispetto agli atri paesi (8 mila operatori italiani contro i 110 mila operatori tedeschi). Tuttavia anche il numero degli utenti è basso, con un numero maggiore al Sud. Di contro l’86,8% delle domande sono state evase e risulta un tasso di soddisfazione del 76,7%.

È stata sottolineata l’importanza dei rapporti di monitoraggio perché riescono a individuare al meglio i punti critici e quelli invece positivi. In questo modo gli investimenti successivi possono essere più mirati per migliorare il servizio. Per Del Conto è necessario maggior lavoro sinergico tra Stato, Regioni e Anpal per rafforzare qualitativamente il lavoro dei Centri per l’Impiego. Secondo il presidente di Anpal non sono sufficienti solo maggiori investimenti, ma è importante che ci sia anche un’organizzazione più omogenea sul territorio nazionale.

Cosa ne pensi?