domenica, Aprile 18, 2021
Learning Italy

OPERATORI FORESTALI: percorsi formativi di livello base e specializzato

Sono state pubblicate sul BURL le disposizioni per la regolamentazione dei percorsi formativi delle figure di Operatore forestale e Operatore forestale specializzato.

Con questi nuovi percorsi ci si adegua alla norma nazionale UNI 11660, approvata in data 24 novembre 2016, che definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza dell’operatore forestale e individua due figure di operatore forestale: quella base e lo specializzato, oltre alla figura dell’addetto alle teleferiche forestali e quella dello specialista conduttore delle più moderne macchine forestali. Serve inoltre rimodulare gli standard professionali e formativi lombardi degli operatori forestali e dell’istruttore forestale propri dei corsi erogati dalle altre aree territoriali dell’Italia.

STANDARD PROFESSIONALE

PERCORSO FORMATIVO

I percorsi formativi per la qualificazione del lavoro forestale sono rivolti a cittadini italiani e a stranieri regolarmente presenti sul territorio italiano, che abbiano compiuto 18 anni al momento di iscrizione al corso, e siano in possesso del diploma di scuola secondaria di I grado.

Possono attuare tali iniziative di formazione, i soggetti accreditati per l’erogazione dei servizi di Istruzione e Formazione Professionale, iscritti all’Albo della Regione Lombardia. Gli enti che si occuperanno di tali iniziative dovranno approntare un coordinatore del corso (un professionista con diploma di laurea in scienze forestali o agronomiche ed esperienza certificata della durata di almeno tre anni nella pratica professionale), docenti e tutor (con esperienza certificata almeno triennale nella pratica professionale o docenza nelle materie di specifica competenza), mentre le esercitazioni pratiche dovranno essere condotte da un Istruttore Forestale.

Al fine di predisporre percorsi formativi flessibili, sostenibili e vicini ai progetti individuali delle persone che intendono prestare attività di operatore forestale, i corsi di formazione si articolano in:

Corso per Operatore forestale (Base) – EQF2

Per una durata complessiva minima di 40 ore, di cui 8 ore di teoria (comprendenti 4 ore di formazione generale sicurezza), e 32 ore di esercitazioni pratiche.

La sessione di esame sarà svolta al termine delle 40 ore di corso. L’articolazione didattica dovrà essere tale da garantire, l’acquisizione delle competenze previste dallo standard professionale di riferimento. L’attività formativa (compresa di sessione d’esame) dovrà concludersi in un arco temporale di 60 giorni a partire dall’avvio del percorso.

Gli accertamenti finali comprenderanno la verifica di competenze come: effettuare in sicurezza le operazioni di depezzatura, l’abbattimento e allestimento con la motosega in condizioni operative non complesse e portare a termine le operazioni base di assistenza al concentramento e all’esbosco del legname. Verrà effettuata nello specifico una prova pratica e un colloquio orale, della durata massima di 1.5 ore, che verificherà l’acquisizione di capacità quali la manutenzione ordinaria della motosega e abbattimento in condizioni in condizioni non complesse. In caso di superamento di tali accertamenti verrà rilasciato un attestato di competenza di “Operatore Forestale”.

La commissione d’esame sarà formata da un funzionario della DG Agricoltura Alimentazione e Sistemi Verdi o di ERSAF con compiti di Presidente, da un Istruttore Forestale diverso da quello che ha seguito la formazione e dal responsabile di certificazione delle competenze dell’ente accreditato.

Corso per Operatore forestale Specializzato (Avanzato) – EQF3

È finalizzato alla conduzione di un cantiere forestale e all’iscrizione all’Albo Regionale delle Imprese boschive. Deve tenete conto di obbiettivi formativi prioritari quali: fornire conoscenze in materia di sicurezza nei cantieri forestali, competenze per effettuare le utilizzazioni forestali anche in condizioni operative complesse e competenze organizzative nell’allestimento di un cantiere forestale e nella gestione della squadra di operai.

I corsi si rivolgono prevalentemente a imprese boschive e operai forestali dei consorzi forestali, Comunità Montane ed Enti Pubblici. Inoltre per accedere a tali percorsi oltre ai requisiti minimi sopra indicati è necessario aver acquisito le competenze previste dal corso per operatore forestale (base).

Il percorso formativo avrà una durata minima di 40 ore di cui almeno 32 ore di esercitazioni pratiche. L’attività formativa (compresa di sessione d’esame) dovrà concludersi in un arco temporale di 60 giorni a partire dall’avvio del percorso.

Gli accertamenti finali comprenderanno la verifica di competenze quali: effettuare correttamente operazioni di abbattimento ed allestimento in condizioni complesse con la motosega, condurre in autonomia e responsabilità le operazioni di concentramento ed esbosco via terra e allestire e coordinare un cantiere forestale.

La verifica si comporrà di una prova pratica (con abbattimento ed allestimento di almeno due piante) e una prova teorica (nella forma di un test scritto). Potranno accedere all’esame gli allievi che hanno frequentato regolarmente almeno il 90% delle ore previste per il corso. A seguito di accertamento finale verrà rilasciato un attestato di competenze di “Operatore Forestale Specializzato”.

La commissione d’esame sarà formata da un funzionario della DG Agricoltura Alimentazione e Sistemi Verdi o di ERSAF con compiti di Presidente e da un Istruttore Forestale diverso da quello che ha eseguito la formazione e dal responsabile della certificazione delle competenze dell’Ente accreditato.

RICONOSCIMENTO DEI CREDITI E TITOLI EQUIVALENTI

È possibile utilizzare i crediti riconosciuti ai fini della riduzione delle ore di formazione fino ad un massimo del 50% delle ore totali del percorso standard. I crediti possono venir riconosciuti esclusivamente se provenienti da certificazioni rilasciate dal sistema di Istruzione, dal sistema di Istruzione e formazione Professionale, dal sistema della formazione professionale regionale riconosciuta e dalle certificazioni rilasciate dai soggetti accreditati per i Servizi per il lavoro relativamente all’ambito non formale e informale.

È inoltre previsto il riconoscimento di percorso equivalente all’attestato di competenza regionale di “Operatore forestale responsabile” e al “Corso pilota” (che deve essere stato superato con profitto) organizzato da ERSAF nel novembre 2008: tali attestati equivarranno al titolo di “Operatore forestale specializzato”.

Ai soggetti che hanno frequentato invece il corso E 28 “Corso base per il taglio del legname” e il corso E 29 “Corso avanzato per il taglio del legname” presso EFS (Economia Forestale Svizzera ora Associazione Bosco Svizzero) vengono riconosciute le competenze di “Operatore forestale”.

Infine ai soggetti che hanno ottenuto l’attestato di Istruttori Forestali a seguito di corsi organizzati da Economia Forestale Svizzera (EFS), viene riconosciuta l’equivalenza del proprio titolo a quella di “Operatore forestale specializzato” e di “Istruttore forestale”.

Potrebbe interessarti anche: Manutentore del verde: esercizio dell’attività in Lombardia, Percorso pe la professione di istruttore forestale

Cosa ne pensi?