sabato, febbraio 24, 2018
Learning Italy

Le recensioni di gennaio

Elisabetta Rolla gennaio 22, 2018 Recensioni Nessun commento su Le recensioni di gennaio
ordinamento delle qualifiche

Il Cedefop ha pubblicato sul sito il volume “Inventario globale dell’ ordinamento delle qualifiche regionali e nazionali 2017”. Questo rapporto presenta un aggiornamento sugli ordinamenti nazionali delle qualifiche in tutto il mondo. Fornisce informazioni sugli sviluppi nazionali e regionali e su temi selezionati. La pubblicazione è il risultato della collaborazione tra Cedefop, ETF, UNESCO e l’Istituto per la formazione permanente dell’UNESCO.

Secondo la pubblicazione l’attenzione politica agli ordinamenti delle qualifiche nazionali e regionali sta aumentando recentemente. L’UNESCO ha adottato il piano per l’educazione che ha l’obiettivo di promuovere l’educazione equa e l’opportunità di apprendimento permanente per tutti. A questo obiettivo può contribuire l’ ordinamento delle qualifiche basate sull’apprendimento. Nel giugno 2016, la Commissione europea ha adottato il nuovo piano delle competenze per l’Europa finalizzato a migliorare la qualità e la pertinenza delle competenze per i cittadini e il mercato del lavoro; in particolare è stata sottolineata la necessità di continuare a sviluppare l’ordinamento delle qualifiche a livello europeo. Rivisto e adottato nel maggio 2017, l’ ordinamento delle qualifiche  dovrebbe avere un ruolo chiave nel portare avanti le competenze dell’Europa e l’apprendimento permanente.

Più di 150 paesi in tutto il mondo si stanno ora sviluppando  per l’implementazione dell’ordinamento delle qualifiche. Il numero dell’ ordinamento delle qualifiche non è cresciuto molto dall’ultima edizione dell’inventario globale nel 2015, ma c’è stato un miglioramento delle attività: molti paesi ora vedono i risultati dell’apprendimento basato sull’ ordinamento delle qualifiche nazionali. L’inventario globale del 2017 mostra ulteriormente la necessità di basarsi sugli sviluppi dell’ordinamento delle qualifiche nazionali e regionali. In particolare si basa su inventari di quattro agenzie: il Centro europeo per lo sviluppo di formazione professionale (Cedefop), La fondazione della formazione europea (ETF), l’UNESCO e l’Istituto per l’apprendimento permanente (UIL), che comunica con i funzionari e gli esperti del paese. L’inventario guarda anche a una vasta ricerca internazionale sulla riforma delle qualifiche. Nel Volume I i capitoli tematici trattano delle tendenze chiave e delle questioni politiche emergenti dall’ ordinamento delle qualifiche e dalle riforme dei risultati dell’apprendimento. Il volume II, invece,  è costituito da casi di studio su 100 paesi di tutti i continenti. I casi di studio guardano all’istruzione, agli aspetti sociali ed economici e al contesto politico in cui è inserito l’ordinamento delle qualifiche.

 

Leggi anche: ELABORATO DAL CEDEFOP IL RAPPORTO SULL’ANTICIPAZIONE DELLE COMPETENZE.

 

Cosa ne pensi?