giovedì, aprile 19, 2018
Learning Italy

UE: Percorsi formativi gratuiti per settore giuridico, audiovisivo, alimentare e di volontariato.

percorsi di formazione specializzata (UE)

L’Unione Europea ha messo a disposizione 32,4 milioni di euro per finanziare percorsi di formazione specializzata (UE) e altamente qualificata. La formazione riguarderà quattro settori: la formazione giuridica, il settore audiovisivo, la sicurezza alimentare e il volontariato umanitario. Ordini ed enti di formazione, che organizzano i corsi, hanno messo a disposizione risorse utili per rendere completamente gratuiti i percorsi di formazione specializzata (UE).

Formazione giuridica

L’Unione Europea ha invitato a presentare progetti che sostengano attività di formazione giuridica (in particolare sul diritto civile e penale e sui diritti fondamentali). In questo caso i beneficiari dei percorsi di formazione specializzata (UE) sono avvocati, notai, mediatori, interpreti e traduttori dipendenti dei tribunali. Per questo settore il totale delle risorse disponibili è 5.350.000 euro. I progetti devono essere presentati dal 14 giugno 2018 al 25 ottobre 2018 e non possono superare i 30 mesi. Per essere ammessi, i progetti devono presentare almeno una partnership di due organizzazioni (come ordini professionali ed enti formativi) di due paesi diversi. I contenuti possono basarsi sia su una formazione frontale, sia su una formazione in e-learning. Maggiori Info

Settore Audiovisivo

In questo caso i percorsi di formazione specializzata (UE) intendono perfezionare le competenze dei professionisti di questo settore, soprattutto nell’utilizzo delle nuove tecnologie digitali (link interno). I beneficiari sono professionisti del settore dell’animazione, scrittori, sceneggiatori, registi, professionisti della post-produzione. Il totale delle risorse disponibili ammonta a 7,5 milioni di euro e la presentazione dei progetti deve essere fatta entro il 26 aprile 2018. Maggiori info

Sicurezza Alimentare

L’obiettivo dei percorsi di formazione specializzata (UE) di questo settore è, appunto, migliorare la sicurezza alimentare. I beneficiari sono professionisti del mondo dell’alimentazione. I percorsi si dovranno focalizzare sul controllo dei materiali a contatto con gli alimenti, la prevenzione di malattie degli animali trasmissibili all’uomo, sulle modalità di analisi dei rischi per la sicurezza alimentare sull’uso sostenibile dei pesticidi. Le risorse disponibili ammontano a 11.230.000 euro e i progetti devono essere presentati entro il 9 aprile 2018. Maggiori info

Volontariato umanitario

I percorsi di formazione specializzata (UE) rientrano nel programma “Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario” (link). Per la partecipazione a questi corsi verranno selezionati professionisti giovani o esperti. Successivamente alla positiva conclusione del percorso, i professionisti saranno idonei alla mobilitazione come volontari dell’Unione europea per l’aiuto umanitario.  Le risorse disponibili ammontano a 8.400.000 euro e la scadenza è il 6 aprile 2018. Maggiori info

 

Leggi anche: RAPPORTO ANNUALE SUL MERCATO DEL LAVORO 2017

Cosa ne pensi?