sabato, settembre 22, 2018
Learning Italy

Disoccupazione: è possibile fare ricorso in caso di riduzione o perdita della Naspi

perdita dello stato di disoccupazione

È possibile fare ricorso ai provvedimenti adottati dai Centri per l’Impiego nel caso di perdita dello stato di disoccupazione o di riduzione dell’assegno.

L’ottenimento dell’indennità di disoccupazione prevede il meccanismo di condizionalità: chi riceve la Naspi deve partecipare alle misure di politica attiva del lavoro o accettare un’offerta di lavoro coerente al profilo del disoccupato. Se manca la partecipazione attiva del disoccupato si riduce o si perde il sostegno economico e lo stato di disoccupazione. Le sanzioni sono graduali: inizialmente si ha una riduzione progressiva del sostegno (da un quarto di mensilità, fino a una mensilità intera); successivamente si arriva anche alla perdita dello stato di disoccupazione e del sostegno. Le sanzioni vengono applicate quando, senza giustificato motivo, il disoccupato:

  • non si presenta agli appuntamenti stabiliti con il Centro per l’Impiego
  • non partecipa alle politiche attive fissate
  • non accetta proposte di lavoro coerenti al profilo del disoccupato

Il Centro per l’Impiego si occupa dei provvedimenti sanzionatori e della segnalazione all’Inps: l’Inps, invece, si occupa della decurtazione o della perdita del sostegno al reddito.

Per fare ricorso è necessario rivolgersi al Comitato per i ricorsi di condizionalità inviando il provvedimento a sanzioni.condizionalita@pec.anpal.gov.it e alla sede Inps competente. Il ricorso può essere presentato entro trenta giorni dall’arrivo del provvedimento. Per ulteriori informazioni sulla presentazione del ricorso è possibile consultare il sito dell’Anpal.

 

Leggi anche: Servizi per il lavoro e politiche attive: obiettivi triennali e per il 2018.

Cosa ne pensi?