giovedì, Febbraio 20, 2020
Learning Italy

RESPONSABILE CARROZZIERE E GOMMISTA: nuovi percorsi abilitanti in Lombardia

carrozziere che ripara automobile

Il 28 novembre 2018 la Regione Lombardia ha approvato la regolamentazione regionale dei percorsi abilitanti per responsabile carrozziere e gommista, in base a quanto deciso durante la Conferenza Stato-Regioni del 12 luglio 2018. Il ritardo nell’approvazione dell’accordo è stato causato dalla difficoltà di stabilire i dettagli dello stage obbligatorio previsto all’interno dei percorsi di formazione.

Il decreto prevede, sia per la figura di responsabile carrozziere, che per quella di responsabile gommista, un percorso formativo che comprendente un modulo comune e due moduli specifici, tutti e tre articolati in abilità minime e conoscenze essenziali. I corsi formativi possono essere erogati esclusivamente dagli enti accreditati all’albo regionale dei servizi di IeFP.

I requisiti per l’ammissione ai percorsi di formazione sono:

  • avere diciotto anni (o un’età inferiore purché si sia in possesso di una Qualifica professionale)
  • essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di primo grado
  • per gli studenti stranieri è indispensabile una buona conoscenza della lingua italiana scritta e orale, in modo da poter partecipare attivamente al percorso formativo.

RESPONSABILE CARROZZIERE

La durata minima è di 280 ore, di cui 84 saranno dedicate allo stage obbligatorio, e verranno suddivise in tre diversi moduli:

  1. Il modulo comune, Gestione delle attività di autoriparazione”, ha una durata di 100 ore e tra le competenze acquisite prevede l’applicazione di tecniche di ascolto e comunicazione, la lingua inglese tecnica in ambito dell’autoriparazione e l’adozione di criteri di pianificazione e organizzazione del lavoro.
  2. Il modulo specifico “Diagnosi tecnico/strumentale di carrozzeria, telaio e cristalli” ha invece una durata di 60 ore e tra le competenze acquisite prevede le conoscenze tecniche per eseguire, leggere e interpretare il check up sullo stato del veicolo, la conoscenza delle caratteristiche tecniche, delle tipologie e delle proprietà dei materiali meccaniche e l’identificazione delle componenti danneggiate di telaio, carrozzeria e cristalli.
  3. Infine, il modulo specifico “Riparazione e manutenzione carrozzeria telaio e cristalli” ha una durata di 120 ore. Tra le competenze acquisite troviamo la conoscenza di tecniche e attrezzature di smontaggio e assemblaggio della carrozzeria, i processi di raddrizzatura e livellamento di telaio e carrozzeria e le lavorazioni manuali al banco.

Gli attestati di qualifica professionale triennale del sistema IeFP di “Riparazione di carrozzeria” nonché del Diploma tecnico professionale quadriennale di “Tecnico riparatore dei veicoli a motori” hanno valore di qualificazione professionale di “Tecnico per l’attività di carrozziere delle autoriparazioni”.

RESPONSABILE GOMMISTA

La durata minima dei percorsi standard è di 250 ore, di cui 75 saranno dedicate allo stage obbligatorio, e verranno suddivise in tre diversi moduli:

  1. Il modulo comune, “Gestione delle attività di autoriparazione”, ha una durata di 100 ore ha l’obbiettivo di sviluppare competenze analoghe al primo modulo del percorso formativo del carrozziere.
  2. Il modulo specifico “Diagnosi tecnico strumentale degli pneumatici” ha una durata di 50 ore e tra le competenze acquisite prevede le conoscenze tecniche per eseguire, leggere e interpretare il check up sullo stato di pneumatici e cerchioni, la conoscenza della tecnologia dello pneumatico e l’identificazione dei danni a pneumatici e cerchioni.
  3. Infine, il modulo specifico “Riparazione e sostituzione pneumatici” ha una durata di 100 ore. Tra le competenze acquisite troviamo l’applicazione di tecniche di rimontaggio dello pneumatico al fine di ottimizzare tenuta e comfort della vettura, la capacità di sostituire le valvole e l’utilizzo di strumenti e attrezzature alo fine di regolare l’allineamento e la convergenza delle ruote.

PERCORSI SPECIALI E CORRISPONDENTI

È possibile attivare percorsi speciali per coloro che possiedono attività lavorative pregresse inerenti al lavoro di carrozziere o di gommista. Per questi soggetti non è necessaria la frequenza del modulo comune pari a 100 ore.

I soggetti in possesso di un attestato di competenza di “carrozziere” o di “gommista installatore” possono usufruire di un credito formativo massimo fino al 50% delle ore della durata del percorso standard.

ESAME FINALE

La condizione minima di ammissione all’esame finale è la frequenza di almeno l’80% delle ore complessive del percorso formativo. L’esame, finalizzato a verificare l’acquisizione di tutte le competenze tecnico-professionali, si articola di due prove, una scritta e una orale. La commissione d’esame è composta da un presidente esterno, il responsabile della certificazione delle competenze e dal direttore o coordinatore del corso.

Al superamento dell’esame viene rilasciato un attestato di competenza con valore di qualifica di Carrozziere o Gommista valido su tutto il territorio nazionale.

Cosa ne pensi?