giovedì, Dicembre 2, 2021
Learning Italy

SERVIZI AL LAVORO/ Stanziati quasi 4 MLN per la provincia di Perugia

admin Ottobre 16, 2013 Lavoro, UMBRIA Commenti disabilitati su SERVIZI AL LAVORO/ Stanziati quasi 4 MLN per la provincia di Perugia

retriuzSostenere il sistema produttivo verso la ripresa economica; aumentare l’occupazione; migliorare la qualita’ dei servizi per il lavoro offerti soprattutto mediante i Centri per l’Impiego: sono le finalita’ della Provincia di Perugia con l’avviso pubblico per l’erogazione di servizi alle imprese e ai lavoratori finanziato con risorse del Por Umbria Fse 2007-2013.
Illustrate oggi pomeriggio in un incontro al quale hanno partecipato il presidente della Provincia Marco Vinicio Guasticchi, il vice presidente Aviano Rossi, Luigi Rossetti coordinatore regionale dell’area Imprese e lavoro, in rappresentanza della presidente della Regione Catiuscia Marini, il direttore dell’area lavoro formazione scuola e politiche comunitarie e culturali della Provincia Adriano Bei.
Garantire crescita economica e sostenibilita’ sociale guardando con coraggio e lungimiranza oltre la crisi che stiamo attraversando – ha detto Guasticchi – e’ l’obiettivo che ci siamo prefissati per aiutare lavoratori, imprese e famiglie. Dopo tre anni (2010-2012) di impegni dedicati quasi in via esclusiva alla cassa integrazione in deroga (strumento che e’ continuato anche nel 2013, seppur tra mille difficolta’ finanziarie) e alle politiche passive, presentiamo oggi un nuovo avviso che finalmente guarda alla crescita e allo sviluppo. A tutti gli attori del mondo del lavoro e della formazione professionale vogliamo dare risposte innovative ed immediate che, grazie anche all’efficace azione dei Centri per l’impiego, siano in grado di accompagnare la crescita competitiva delle imprese e lo sviluppo di adeguate competenze delle risorse umane nel nostro territorio. L’avviso che oggi presentiamo prevede infatti strumenti innovativi con immediata operativita’. Anche in questa occasione, particolare attenzione e’ stata data a categorie svantaggiate, disabili, donne e over 45.

Comments are closed.